fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Gli alimenti per la salute » AGRUMI
AGRUMI

FAMIGLIA: Rutaceae
agrumi

ARANCIO (Citrus Sinensis).
LIMONE (Citrus limon).
MANDARINO (Citrus reticulata).
POMPELMO (Citrus paradisi).



HABITAT: originari della Cina e del Medio Oriente, sono attualmente coltivati in molti paesi a clima temperato-caldo.
Sono piante molto ricche di flavonoidi e di vitamina C naturale, per cui sono indicati per prevenire e combattere i problemi venosi agli arti inferiori quali comparsa di capillari, di venule, di cellulite e i sintomi associati come pesantezza, formicolii e gonfiore alle gambe.
Inoltre collaborano a prevenire le comuni malattie da raffreddamento delle prime vie aeree tipiche della stagione fredda, soprattutto grazie alla loro ricchezza in vitamina C e in flavonoidi.
L'azione antiossidante di queste sostanze le rende indicate anche per aiutare a combattere i danni provocati dal fumo di sigaretta e per reintegrare le perdite di vitamina C dovute allo sforzo fisico durante l'attività sportiva intensa. Contengono buone quantità di magnesio.
Uno studio clinico di popolazione ha valutato l’effetto di un elevato consumo di frutta e verdura sul rischio cardiovascolare in Francia e in Irlanda del Nord. Sono stati arruolati soggetti di entrambi i sessi, di età compresa tra i 50 e i 59 anni, senza storia di eventi coronarici, 5982 dei quali erano francesi e 2105 nord irlandesi. Il loro consumo di frutta e verdura veniva accertato tramite un apposito questionario alimentare e tutti gli accidenti cardiovascolari dei soggetti partecipanti allo studio erano registrati per un arco di 5 anni. In questo arco di tempo si sono verificati 249 eventi ischemici coronarici. Dopo aggiustamento per i livelli culturali, il fumo, l’attività fisica, il consumo di alcool, le condizioni socio-economiche, l’indice di massa corporea, la pressione arteriosa e l’assetto lipidico il rischio relativo di eventi acuti coronarici era maggiore negli scarsi consumatori di arancio rispetto ai buoni consumatori di questo frutto. In contrasto il rischio relativo di eventi coronarici acuti per il consumo di frutti diversi dall’arancio era leggermente peggiore in Irlanda del nord rispetto alla Francia e comunque peggiore rispetto a quello registrato nei buoni consumatori di arancio. Non si notava alcuna evidenza di associazione tra il consumo di verdure e il rischio cardiovascolare. Lo studio ha dimostrato che il consumo di arancio, ma non di altri frutti o di verdura, è associato con un minor rischio di eventi coronarici acuti sia nei nord irlandesi sia nei francesi.
Problemi alla gengive? Fate il pieno di pompelmo. E' quanto suggerisce uno studio condotto dai ricercatori della tedesca Friedrich Schiller University e pubblicato sul 'British Dental Journal'. Osservando per 15 giorni 58 pazienti affetti da gengivite cronica, gli esperti sono giunti alla conclusione che 'due pompelmi al giorno tolgono il dentista di torno'. O almeno hanno il merito di limitare il numero di visite dallo specialista. Mangiando il comune frutto giallo per due volte al di', infatti, i pazienti vedevano migliorare la loro gengivite, con una riduzione significativa della perdita di sangue. Merito dell'apporto di vitamina C, ipotizzano gli studiosi, di cui il frutto è notoriamente ricco. "Benché si tratti di un'indagine breve e condotta su un ristretto numero di pazienti - commenta Gordon Watkins, della British Dental Association - ha sicuramente il merito di rinforzare il messaggio che una dieta sana, equilibrata e ricca di vitamina C, può migliorare la salute dei nostri denti e non solo". Largo dunque ai pompelmi sulle nostre tavole. Ma attenzione a non lavarsi i denti subito dopo averli mangiati, raccomandano i pazienti che si sono sottoposti alla 'terapia' a base di vitamina C. Il pompelmo, infatti, è ricco di silicio e se 'spazzolato' insieme al dentifricio può mettere a rischio lo smalto dei denti rendendolo più vulnerabile all'erosione.
EFFETTI COLLATERALI: Sono stati descritti alcuni casi di allergia cutanea all'olio essenziale di agrumi ma non al loro succo, dovuti probabilmente al D-limonene e in misura minore al geraniolo e al citrale in esso presenti.
CONTROINDICAZIONI: per il pompelmo cautela in pazienti con ipertensione arteriosa perchè può aumentare la pressione. Non è consigliabile in gravidanza e durante l’allattamento.
INTERAZIONI FARMACOLOGICHE: un'abbondante ingestione di succo di pompelmo può interferire con l'attività di alcuni farmaci, potenziando quella dei calcioantagonisti, di alcune benzodiazepine, di alcuni anti-istaminici e delle statine e riducendo invece quella del tamoxifene.
Recentemente è stato dimostrato che l'estratto di citrus aurantium (arancio amaro) riduce l’eliminazione della ciclosporina da parte del fegato, aumentandone in tal modo i livelli nel sangue e incrementandone quindi gli effetti collaterali.

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it