fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » ALOE
ALOE
(Aloe Vera)

FAMIGLIA: Liliaceae
aloe vera

ALOE | FAQ

HABITAT: bacino del Mediterraneo, India orientale, Antille, costa orientale dell'Africa, Medio oriente.
PARTE USATA: il succo condensato.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in derivati antracenici espressi come barbaloina anidra min.19% e max. 21% (Farmacopea Italiana X), il cui dosaggio giornaliero va da 2 a 3 mg per kg. di peso corporeo, preferibilmente in un'unica somministrazione serale.
COMPOSIZIONE CHIMICA: contiene dal 15 al 40% di glucosidi idrossiantracenici, in particolare aloina, idrossi aloine e aloinoside (sono tutti antrachinoni). Contiene inoltre aminoacidi, lipidi, fitosteroli e polisaccaridi.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione lassativa: è noto per la sua azione lassativa di tipo stimolante i movimenti dell'intestino. A livello del grosso intestino i principi attivi dell’Aloe sono attaccati dagli enzimi della flora batterica intestinale, e si formano così gli antrachinoni liberi responsabili dell'azione terapeutica. Ciò spiega il periodo di tempo che passa tra l'assunzione della pianta e il manifestarsi dell'azione lassativa, che può essere anche di 12-16 ore.
Azione sulla cute: oltre alle proprietà lassative l'Aloe possiede proprietà curative interessanti a livello cutaneo, soprattutto sotto forma di gel. Infatti si è dimostrato utile nelle bruciature, negli eritemi solari, nella rimarginazione delle ferite, nell'acne, nella porpora senile e nelle lesioni da punture da insetti.
Questa attività protettiva cutanea è dovuta alla notevole ricchezza in acqua del gel di Aloe, che esercita quindi azione idratante, isolante ed emolliente, ma è legata anche all’azione anti-infiammatoria provocata dai polisaccaridi di cui questa pianta è assai ricca. Uno studio clinico effettuato su 194 donne operate per tumori alla mammella e sottoposte a radioterapia ha dimostrato che la dermatite da raggi migliora in modo evidente dopo applicazione sulla pelle di gel di Aloe.
Un altro studio clinico ha valutato l’effetto del gel di Aloe vera sulla dermatite da raggi. Sono state arruolate 225 pazienti con carcinoma mammario operato, che venivano sottoposte a radioterapia. Esse ricevevano per via topica il gel di aloe o una crema acquosa di aloe o un placebo, da applicare 3 volte al giorno per 2 settimane fino al termine della radioterapia. Il controllo delle condizioni della cute e la sintomatologia soggettiva erano condotti ogni 7 giorni. Si è visto che la crema acquosa era significativamente migliore del gel nel ridurre il rossore, il gonfiore, la desquamazione della pelle e il dolore conseguenti a radioterapia.
L'aloe vera sotto forma di gel applicato sulla pelle o sotto forma di estratto dato per bocca aumenta il contenuto di collageno nel tessuto di cicatrizzazione, e ciò aiuta a chiudere più velocemente le ferite.
Azione immunostimolante: questa pianta può avere azione di tipo immunostimolante con attivazione della fagocitosi, cioè della capacità di inglobare e distruggere germi, virus e funghi, da parte dei globuli bianchi.

  • Azione prevalente: lassativa come estratto secco, dermoprotettiva come gel.
  • Altre azioni: immunostimolante e cicatrizzante come gel.
  • Indicazioni principali: trattamento della stipsi funzionale nell’adulto. Utile anche nelle malattie della pelle di tipo degenerativo-infiammatorio.

EFFETTI COLLATERALI: può provocare diarrea con dolori addominali, e ciò può a sua volta causare un calo del potassio. L'abuso di questa e di altre piante ricche di antrachinoni può causare assuefazione con conseguente minore efficacia farmacologica.
Può provocare dermatite acuta in soggetti ipersensibili, reversibile con la sospensione del trattamento, quando usato per via topica.
CONTROINDICAZIONI: E’ controindicato in gravidanza, nel bambino al disotto dei 12 anni di età, nell’allattamento, nella diverticolosi intestinale, nelle persone con un grosso intestino molto lungo, in pazienti con occlusione o subocclusione intestinale, in pazienti con emorroidi e/o fistole perianali.
L’estratto secco di questa pianta non dovrebbe essere somministrato continuativamente per un periodo superiore a otto-dieci giorni. Il gel di aloe invece può essere usato anche per lunghi periodi di tempo.
INTERAZIONI COI FARMACI: Può avere interazioni medicamentose con gli antiaritmici di tipo chinidinico, coi digitalici, coi diuretici che provocano perdita di potassio, con la vincamina e il fenoxedil.
La sua azione positiva sulle difese immunitarie viene inibita dal pretrattamento del paziente con cortisonici, per cui essi vanno sospesi almeno 7-10 giorni prima della somministrazione degli estratti di questa pianta.
DATI TOSSICOLOGICI: il gel di aloe non ha alcuna tossicità. L’estratto secco invece va usato alle dosi consigliate, senza aumentare il dosaggio.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Fintelmann V. Modern phytotherapy and its uses in gastrointestinal conditions. Planta Med. 57, S 48-S 52, 1991.
  2. Sendelbach L.E. A review of the toxicity and carcinogenity of antraquinone derivatives. Toxicology, 57, 227-240, 1989.
  3. Ishii J. et al. Studies of Aloe. Mechanism of cathartic effect. Chem. Pharmaceutical Bull. 38, 197-200, 1990.
  4. Ishii Y. et al. Studies of aloe. VI. Cathartic effect of isobarbaloin. Biol. Pharm. Bull. 21, 1226-1227, 1998.
  5. Vogler B.K. et al. Aloe vera: a systematic review of its clinical effectiveness. Br. J. Gen. Pract. 49, 823-828, 1999.
  6. Williams M.S. Phase III double-blind evaluation of an Aloe vera gel as a prophylactic agent for radiation-induced skin toxicity. Int. J. Radiation Oncol., Biol. Physics 36, 345-349, 1996.
  7. Syea T.A. et al. Management of psoriasis with Aloe vera extract in a hydrophilic cream: a placebo controlled, double blind study. Topical Med. Int. Health 1, 505-509, 1996.
  8. Chithra P. et al. Influence of Aloe vera on collagen characteristics in healing dermal wounds in rats. Mol. Cell. Biochem. 181, 71-76, 1998.
  9. Grimme H. et al Phytotherapy in chronic dermatoses and wounds: what is the evidence? Forsch. Komplementarmed 6 Suppl 2:, 5-8, 1999.
  10. Choi S.W. et al. The wound-healing effect of a glycoprotein fraction isolated from aloe vera. Br. J. Dermatol. 145, 535-545, 2001.
  11. Heggie S. et al. A Phase III Study on the Efficacy of Topical Aloe Vera Gel on Irradiated Breast Tissue. Cancer Nurs 25(6):442-51, 2002.
  12. Richerdson J. Et al. Aloe vera for preventing radiation-induced skin reactions: a systematic literature review. Clin Oncol (R Coll Radiol). 17(6):478-84, 2005.

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it