fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » EQUISETO
EQUISETO
(Equisetum arvense)

FAMIGLIA: Equisetaceae
equiseto

HABITAT: tutto l'emisfero boreale, nei luoghi umidi con terreno preferibilmente argilloso-siliceo.
PARTE USATA: i cauli sterili.
FORME FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in silice min. 1% (Farmacopea Francese X), la cui dose giornaliera va da 10 a 16 mg per kg. di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni possibilmente lontano dai pasti. Si è notato che la silice ha un'efficacia maggiore in presenza di un acidificante, ad esempio succo di limone, nello stomaco.
COMPOSIZIONE CHIMICA: è assai ricco in silicio, principalmente presente sotto forma di opalina. Esso rappresenta circa il 10% della massa della pianta secca ed è principalmente di tipo solubile, cioè che può essere assorbito dall’intestino. Questa pianta è anche ricca di altri minerali.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione rimineralizzante: è soprattutto noto per la sua azione rimineralizzante. La ricerca biologica ha dimostrato che il silicio è importante nel facilitare il deposito del calcio nelle ossa, soprattutto nei primi stadi della loro formazione. Infatti tale elemento interviene insieme a calcio, fosforo, fluoro, magnesio e boro nel processo di calcificazione delle ossa. Si è anche visto che animali alimentati con una dieta particolarmente povera di silicio mostravano una minor formazione di callo osseo dopo una frattura e inoltre il loro osso non era normale, mostrando una densità minerale inferiore a quella degli animali di controllo.
Inoltre sembra che i flavonoidi contenuti in questa pianta, in sinergia col silicio, determinino un aumento del numero degli osteoblasti (le cellule che costruiscono l’osso nuovo) ed una loro più marcata attività, mentre sarebbero capaci di ridurre sia il numero sia l'attività degli osteoclasti (le cellule che distruggono l’osso). Tali azioni sono state dimostrate su colture di tessuto osseo, in animali da esperimento e anche nell'uomo.
  • Indicazioni principali: demineralizzazione ossea, in particolare nella donna in menopausa, deficit di silicio di qualsiasi origine.

  • Azione prevalente: rimineralizzante.

  • Altre azioni: diuretica.
EFFETTI COLLATERALI: nessuno rilevante.
CONTROINDICAZIONI: nessuna conosciuta.
INTERAZIONI CON FARMACI: nessuna conosciuta.
DATI TOSSICOLOGICI: non ci sono dati sul suo uso in gravidanza e durante l’allattamento. La dose letale per bocca nel ratto è superiore a 3 g per kg di peso.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Raisz L.G. Local and systemic factors in the pathogenesis of osteoporosis. N. Engl. J. Med. 13, 818-828, 1988.
  2. Sannia A. Trattamento fitoterapico dell'osteoporosi postmenopausale primaria e valutazione della sua efficacia. Acta Phytotherapeutica 1, 8-11, 1995.
  3. Calomme M.R. et al. Supplementation of calves with stabilized orthosilicic acid. Effect on the Si, Ca, Mg and P concentrations in serum and the collagen concentration in skin and cartilage. Biol. Trace Elem. Res. 56, 153-165, 1997.
  4. Carlisle E.M. Silicon as a trace nutrient. Sci. Total Environ. 73, 96-106, 1988.
  5. Najda J. et al. The antioxidant enzymes activity in the conditions of systemic hypersilicemia. Biol. Trace Elem. Res. 42, 63-70, 1994.
  6. Leoni V. et al. Aspetti nutrizionali della presenza della silice nelle acque minerali e potabili. Rivista Scienza Alimentazione 4, 407-417, 1999.
  7. Fabiani L. et al. Bone fractures indices in two italian regions with different fluoride concentration levels in drinking water. J. Trace Elem. Biol. Med. 13, 238-243, 1999.

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it