fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » FINOCCHIO
FINOCCHIO
(Foeniculum vulgare)

FAMIGLIA: Apiaceae
finocchio

HABITAT: originario del bacino del Mediterraneo, ma attualmente diffuso anche in Europa centrale, in Europa orientale e in Cina.
PARTE USATA: i semi.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in essenza min. 2% (Farmacopea Italiana X). La dose giornaliera dell'estratto secco va da 10 a 12 mg. per kg di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni da prendersi circa 30 minuti prima dei due pasti principali.
COMPOSIZIONE CHIMICA: è una pianta ricca di olio essenziale, contenendone tra l'1% e il 2%.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione digestiva: è tradizionalmente utilizzato per favorire le funzioni digestive, specialmente in persone che fanno pasti abbondanti e ricchi di grassi.
Azione antimeteorica: le proprietà antimeteoriche dipendono sia dalla sua capacità di inibire i processi fermentativi nel grosso intestino sia dalla sua azione antispastica sulla muscolatura liscia del colon. Infatti durante la fermentazione intestinale, in particolare quella degli zuccheri, vengono prodotte elevate quantità di biogas, che fanno rigonfiare l'intestino e stimolano le contrazioni della sua muscolatura liscia, provocando senso di gonfiore, flatulenza e dolori all'addome.
Uno studio clinico ha evidenziato che il Finocchio ha, su questi sintomi, un'efficacia paragonabile a quella della metoclopramide, un noto farmaco ad azione digestiva, ma con un'incidenza di effetti collaterali assai minore.
Uno studio clinico ha valutato l’effetto dell’olio di semi di finocchio in bambini con coliche gassose. Sono stati arruolati 125 bambini, di età compresa tra le 2 e le 12 settimane, che ricevevano per bocca l’olio di semi di finocchio o un placebo mescolati nel latte per 2 settimane. Si misurava la frequenza e la durata del pianto. Al termine della sperimentazione il 65% dei bambini del gruppo finocchio non mostrava più coliche, contro il 23,7% dei bimbi del gruppo placebo. Non sono stati rilevati effetti collaterali degni di nota in nessuno dei due gruppi studiati.
Azione sulla muscolatura: nel ratto l'olio essenziale di finocchio provoca rilassamento della muscolatura liscia dell’intestino e in misura minore anche di quella della trachea. Tale azione è riferibile soprattutto all’olio essenziale, che ostacola la penetrazione del calcio nelle cellule muscolari lisce della parete intestinale riducendone così la capacità contrattile. Per questo motivo viene frequentemente utilizzato per ridurre anche gli spasmi dolorosi tipici della sindrome del colon irritabile.
  • Indicazioni principali: sindrome del colon irritabile, coliche gassose del lattante, insufficienza digestiva.

  • Azione prevalente: antimeteorica e antispasmodica viscerale.

  • Altre azioni: anti-infettiva intestinale.
EFFETTI COLLATERALI: In alcuni pazienti può insorgere allergia, in genere con sintomi buccali quali infiammazioni della lingua e delle gengive con prurito e bruciori. In tali soggetti si ritrovano anticorpi specifici della classe IgE, e sembra che l'allergia alle Apiaceae sia crociata con quella alle mele.
CONTROINDICAZIONI: non note.
INTERAZIONI CON FARMACI: E' stato dimostrato che nel ratto l'estratto di finocchio riduce notevolmente la biodisponibilità della ciprofloxacina, un noto antibiotico, interferendo con l'assorbimento, la distribuzione e l'eliminazione del farmaco e riducendone quindi l’efficacia.
DATI TOSSICOLOGICI: E' stata valutata la tossicità dell'estratto secco di finocchio nel ratto sia in acuto sia in cronico. In acuto venivano somministrate dosi di 0,5, 1,0 e 3 g per kg di peso in 24 ore, mentre in cronico il dosaggio era di 100 mg per kg di peso al giorno per 90 giorni. Non è stato osservato alcun effetto collaterale né sono state notate alterazioni negli organi degli animali.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Bruneton J. Pharmacognosie et phytochimie plantes medicinales. Ed. Lavoisier, Paris, 1993.
  2. Fintelmann V. Modern phytotherapy and its uses in gastrointestinal conditions. Planta Med. 57, S 48-S 52, 1991.
  3. Westpahl J. et al. Phytotherapy in functional upper abdominal complaints: results of a clinical study with a preparation of several plants. Phytomedicine 2, 285-291, 1996.
  4. Deans S.G et al. The antibacterial properties of plant essential oils. Int. J. Food Microbiol. 5, 265-280, 1987.
  5. Schilcher H. Fitoterapia in pediatria. Ed. OEMF, 1996.
  6. Reiter M. et al. Relaxant effects on tracheal and ileal smooth muscles of the guinea pig. Arzneimittelforschung 35:1A, 408-414, 1985.
  7. Zhu M. et al. Effect of oral administration of fennel (Foeniculum vulgare) on ciprofloxacin absorption and disposition in the rat. J. Pharm. Pharmacol. 51, 1391-1396, 2000.
  8. Alexandrovich I. et al. The effect of fennel (Foeniculum Vulgare) seed oil emulsion in infantile colic: a randomized, placebo-controlled study. Altern Ther Health Med. 9(4):58-61, 2003.
 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it