fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » SENNA
SENNA
(Cassia Angustifolia)

FAMIGLIA: Cesalpiniaceae
senna

HABITAT: cresce sulle coste del bacino del Mediterraneo, anche in terreni aridi purchè soleggiati.
PARTE USATA: le foglie.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in eterosidi idrossiantracenici espressi come sennoside B min. 2,2% (Farmacopea Italiana X), il cui dosaggio giornaliero va da 2 a 3 mg. per kg di peso corporeo, preferibilmente in un'unica somministrazione serale.
COMPOSIZIONE CHIMICA: è una pianta ricca di sostanze antrachinoniche, ma contiene anche discrete quantità di flavonoidi e di polisaccaridi.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione lassativa: è una pianta nota per la sua azione lassativa, dovuta alla stimolazione della motilità intestinale. Gli antrachinoni sono poco assorbiti a livello dell'intestino tenue. A livello del colon invece sono attaccati dalla flora batterica intestinale, e si formano così gli antrachinoni liberi, che sono i responsabili dell'azione terapeutica. Ciò spiega il periodo di tempo abbastanza lungo che passa tra l'assunzione dell'estratto e il manifestarsi dell'azione lassativa, che può essere anche di 12-16 ore.
L'azione di queste sostanze è massima a livello del colon sinistro e del sigma. Qui essi riducono il riassorbimento dell'acqua, del sodio e del cloro e aumentano la secrezione del potassio da parte della mucosa del grosso intestino, con aumento dei liquidi all’interno dell’intestino e quindi del volume delle feci.
L’azione lassativa è dovuta anche ad uno stimolo diretto dei tronchi nervosi che innervano il grosso intestino, con conseguente aumento della motilità intestinale.

  • Azione prevalente: lassativa.
  • Indicazioni principali: trattamento della stipsi funzionale nell’adulto.

EFFETTI COLLATERALI: può provocare diarrea con dolori addominali, e ciò può a sua volta causare un calo del potassio. L'abuso di questa e di altre piante ricche di antrachinoni può causare assuefazione con conseguente minore efficacia farmacologica.
CONTROINDICAZIONI: E’ controindicata in gravidanza, nel bambino al disotto dei 12 anni di età, nell’allattamento, nella diverticolosi intestinale, nelle persone con un grosso intestino molto lungo, in pazienti con occlusione o subocclusione intestinale e in pazienti con emorroidi e/o fistole perianali.
L’estratto secco di questa pianta non dovrebbe essere somministrato continuativamente per un periodo superiore a otto-dieci giorni.
INTERAZIONI COI FARMACI: Può avere interazioni medicamentose con gli antiaritmici di tipo chinidinico, coi digitalici, coi diuretici che provocano perdita di potassio, con la vincamina e il fenoxedil.
DATI TOSSICOLOGICI: L’estratto secco va usato alle dosi consigliate, senza aumentare il dosaggio.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Bruneton J. Pharmacognosie et phytochimie plantes medicinales. Ed. Lavoisier, Paris, 1993.
  2. Fintelmann V. Modern phytotherapy and its uses in gastrointestinal conditions. Planta Med. 57, S 48-S 52, 1991.
  3. Sendelbach L.E. A review of the toxicity and carcinogenity of antraquinone derivatives. Toxicology 57, 227-240, 1989.
  4. Brusiek D. et al. Assessment of the genotoxicity from laxative Senna products. Environmental Molec. Mutag. 29, 1-9, 1997.
  5. Nakajima K. et al. Isolation of a new aloe-emodin-dianthrone diglucoside from senna and its potentiating effect on the purgative activity of sennoside A in mice. J. Pharmacy Pharmacol. 37, 703-706, 1985.
  6. Mukhopadhyay M.J. et al. Genotoxicity of sennosides on the bone marrow cells of mice. Food Chem. Toxicol. 36, 937-940, 1998.
  7. Van Gorkom et al. Review article: anthranoid laxatives and their potential carcinogenic effects. Aliment. Pharmacol. Ther. 13, 443-452, 1999.
 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it