fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » SERENOA
SERENOA
(Serenoa repens o Sabal serrulata)

FAMIGLIA: Palmeae
serenoa

HABITAT: originaria degli Stati Uniti meridionali, al limitare delle foreste di pini e sulle dune semisabbiose dalla Carolina alla Florida, in posizioni soleggiate.
PARTE USATA: il frutto.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto lipidico contenente dall'85 al 95% di acidi grassi. La sua dose giornaliera va da 2,5 a 4,5 mg. per kg di peso corporeo, in una o due somministrazioni, preferibilmente subito dopo i pasti.
COMPOSIZIONE CHIMICA: è una pianta ricchissima di acidi grassi a catena media, sia saturi sia insaturi, per 2/3 in forma libera e per 1/3 in forma di esteri etilici. Vi sono anche parecchi fitosteroli.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE
: Azione sulla prostata: l'estratto di questa pianta ha dimostrato di avere azione antagonista nei confronti degli ormoni androgeni, principalmente grazie alla sua componente fitosterolica e di acidi grassi.
Tale effetto provoca inibizione dell'enzima 5-alfa-reduttasi, che controlla la trasformazione del testosterone a diidrotestosterone, che è la forma realmente attiva dell'ormone sessuale maschile Inoltre sembra che i costituenti della pianta si leghino ai recettori per gli androgeni posti nel tessuto prostatico e nel prepuzio, riducendo così il legame del testosterone ai suoi recettori. Questo effetto antiandrogenico avviene selettivamente nel tessuto prostatico, senza influenzare le concentrazioni di testosterone e di gonadotropine (LH e FSH), gli ormoni prodotti dall’ipofisi che controllano la produzione degli ormoni sessuali maschili e femminili, nel sangue e senza disturbare il sistema degli ormoni sessuali.
Sono stati fatti numerosi studi clinici su pazienti con ipertrofia prostatica benigna non grave, trattati con 320 mg. al giorno per bocca di estratto lipidico titolato di serenoa o con un placebo per 2 o 3 mesi, allo scopo di valutarne l'effetto sui sintomi tipici di questi soggetti.. Venivano valutati i sintomi soggettivi quali minzione dolorosa, minzione notturna, getto urinario e residuo vescicale post-minzionale prima e dopo la terapia. Nei gruppi che prendevano l'estratto titolato di serenoa vi erano, al termine della sperimentazione, miglioramenti della minzione notturna del 45%, del residuo postminzionale del 42% e del getto urinario del 50%, mentre nei gruppi placebo i miglioramenti erano quasi insignificanti. Non vi sono mai stati effetti collaterali degni di nota.
Altri studi clinici rigorosi hanno anche paragonato l’effetto curativo a livello prostatico della serenoa con quello dei farmaci di sintesi più utilizzati a questo scopo come la finasteride e i cosiddetti farmaci alfa bloccanti. Si è visto che l’efficacia dell’estratto titolato di serenoa era solo leggermente inferiore a quella di questi farmaci e che la sua tollerabilità era migliore, soprattutto per cure molto prolungate nel tempo.
Recentemente è stato fatto uno studio clinico che ha dimostrato che l’estratto titolato di Serenoa è utile nel combattere l’alopecia androgenica, cioè la perdita di capelli nell’uomo legata agli ormoni androgeni, favorendo l’arresto della caduta dei capelli e una loro parziale ricrescita. In ciò è simile alla finasteride.
Azione miorilassante: è noto che nella vescica, nella prostata e nella capsula prostatica vi sono numerosi recettori alfa-adrenergici, che controllano il tono della muscolatura liscia del tratto urogenitale. La loro stimolazione provoca un aumento di questo tono e causa pertanto un aumento della resistenza dell'uretra con conseguente difficoltà alla fuoriuscita dell'urina, mentre il loro blocco provoca il fenomeno inverso. L'effetto miorilassante della serenoa può essere quindi spiegato con il blocco di questi alfa recettori.

  • Indicazioni principali: ipertrofia prostatica benigna.
  • Azione prevalente: antiprostatica.
  • Altre azioni: ostacola la caduta dei capelli.

EFFETTI COLLATERALI: in alcuni casi può provocare moderati disturbi di stomaco, talvolta con senso di nausea. Rarissime sono le reazioni allergiche, essenzialmente di tipo cutaneo.
CONTROINDICAZIONI: nessuna degna di nota.
INTERAZIONI FARMACOLOGICHE: non note.
DATI TOSSICOLOGICI: la dose letale per bocca nel ratto e nella cavia è superiore a 10 g. per kg di peso corporeo. Dosi di 5 g. per kg. di peso nel cane non hanno dato luogo a nessun effetto tossico. Dosi 40 e 80 volte maggiori di quelle terapeutiche date per 6 mesi a cani e a ratti non hanno provocato evidenti effetti collaterali né hanno causato alterazioni significative negli esami del sangue. E’ importante sottolineare il fatto che l’estratto di serenoa non sembra capace di ridurre l’attività sessuale. Non sono disponibili dati di tossicità per il feto.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Champault G. et al. A double blind trial of an extract of the plant Serenoa repens in benign prostatic hyperplasia. Br. J. Clin. Pharmacol. 18, 461-462, 1984.
  2. Gutierrez M. et al. Mechanisms involved in the spasmolytic effect of extracts from Sabal serrulata fruit on smooth mscle. Gen. Pharmacol. 27/1, 171-176, 1996.
  3. Bayne C.W. et al. Serenoa repens (Permixon): a 5alpha-reductase types I and II inhibitor-new evidence in a coculture model of BPH. Prostate 40, 232-241, 1999.
  4. Wilt T.J. et al. Saw palmetto extracts for treatment of benign prostatic hyperplasia. A systematic review. J. Am. Med. Assoc. 280, 1604-1609, 1998.
  5. Altwein J.E. et al. Sabal serrulata extracts in the treatment of BPH. A systematic structural review. Urologe B., 39, 131-132, 1999.
  6. Bauer H.W. et al. Saw palmetto fruit extract for treatment of benign prostatic hyperplasia. Results of a placebo-controlled double-blind study. MMW. Fortschr. Med. 141, 62, 1999.
  7. Wilt T. et al. Serenoa repens for benign prostatic hyperplasia. Cochrane Database Syst. Rev.(2):CD001423, 2000.
  8. Boyle P. et al. Meta-analysis of clinical trials of permixon in the treatment of symptomatic benign prostatic hyperplasia. Urology 55, 533-539, 2000.
  9. Marks L.S. et al. Effects of a saw palmetto herbal blend in men with symptomatic benign prostatic hyperplasia. J Urol 163, 1451-1456, 2000.
  10. Gerber G.S. Saw palmetto for the treatment of men with lower urinary tract symptoms. J. Urol. 163, 1408-1412, 2000.
  11. Gerber G.S. et al. Randomized, double-blind, placebo-controlled trial of saw palmetto in men with lower urinary tract symptoms. Urology 58(6):960-964; discussion 964-965, 2001.
  12. Debruyne F. et al. Comparison of a Phytotherapeutic Agent (Permixon) with an alpha-Blocker (Tamsulosin) in the Treatment of Benign Prostatic Hyperplasia: A 1-Year Randomized International Study. Eur. Urol. 41, 497-507, 2002.
  13. Prager N. et al. A randomized, double-blind, placebo-controlled trial to determine the effectiveness of botanically derived inhibitors of 5-alpha-reductase in the treatment of androgenetic alopecia. J. Altern. Complement. Med. 8, 143-152, 2002.
  14. Wilt T. et al. Serenoa repens for benign prostatic hyperplasia. Cochrane Database Syst Rev (3):CD001423, 2002.
  15. Glemain P. et al. Tamsulosin with or without Serenoa repens in benign prostatic hyperplasia: the OCOS trial. Prog Urol 2002 Jun;12(3):395-403; discussion 404, 2002.
  16. Gordon A.E. et al. Saw palmetto for prostate disorders. Am Fam Physician 67(6):1281-3, 2003.
  17. Debruyne F. et al. Evaluation of the clinical benefit of permixon and tamsulosin in severe BPH patients-PERMAL study subset analysis. Eur Urol. 2004 Jun;45(6):773-9; discussion 779-80, 2004.
  18. Boyle P. Et al. Updated meta-analysis of clinical trials of Serenoa repens extract in the treatment of symptomatic benign prostatic hyperplasia. BJU Int. 93(6):751-6, 2004.
  19. Zlotta A.R. et al. Evaluation of Male Sexual Function in Patients with Lower Urinary Tract Symptoms (LUTS) Associated with Benign Prostatic Hyperplasia (BPH) Treated with a Phytotherapeutic Agent (Permixon((R)), Tamsulosin or Finasteride. Eur Urol. 2005 Apr 18; [Epub ahead of print].

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it