fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali principali » UVA URSINA
UVA URSINA
(Arctostaphylos uva ursi)

FAMIGLIA: Ericaceae
uva ursina

HABITAT: è tipica delle zone montagnose dell'emisfero nord, dove preferisce posizioni parzialmente soleggiate con terreno acido.
PARTE USATA: le foglie.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in arbutina min. 10% (Farm. Fr. X), la cui dose giornaliera va da 7 a 10 mg. per kg di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni preferibilmente lontano dai pasti.
COMPOSIZIONE CHIMICA: i principi attivi principali sono degli eterosidi fenolici, rappresentati soprattutto dall'arbutina e dalla metil-arbutina. L’arbutina viene poi trasformata in idrochinone nel grosso intestino. Sono anche presenti dei flavonoidi, dei triterpeni e un iridoide.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE
: Azione antisettica urinaria: questa pianta viene usata come disinfettante delle vie urinarie, dal momento che l'idrochinone, dotato di spiccata azione antibatterica, subisce nel fegato alcune trasformazioni e poi viene eliminato per via renale, concentrandosi quindi nelle urine.
L'azione disinfettante urinaria dell'idrochinone richiede, per manifestarsi nel modo migliore, un pH alcalino delle urine e una concentrazione sufficiente di principio attivo. Il miglior alcalinizzante urinario da usare assieme a questa pianta è il bicarbonato di sodio.
Alcuni studi clinici hanno confermato l'azione antisettica urinaria su pazienti con cistiti non complicate, che prendevano per bocca l'estratto secco titolato di uva ursina per 2 settimane. Al termine delle sperimentazioni si è notato che circa il 50% degli esami batteriologici sulle urine erano diventati negativi nei gruppi trattati con l'estratto, mentre in quelli che ricevevano il placebo solo il 5% degli esami batteriologici era negativo.
Azione diuretica: nel ratto la somministrazione di estratto secco titolato di uva ursina per bocca ha provocato un significativo aumento dell'eliminazione renale di acqua, sodio, cloro e acido urico in confronto al placebo.

  • Azione prevalente: azione antisettica urinaria.
  • Indicazioni principali: infezioni non complicate della vescica.

EFFETTI COLLATERALI: nessuno conosciuto a tutt’oggi.
CONTROINDICAZIONI: è controindicata in gravidanza, specialmente nel primo trimestre, poiché può causare contrazioni uterine e favorire il distacco della placenta e durante l’allattamento. Non va usata nel bambino al di sotto dei 9 anni di età.
INTERAZIONI FARMACOLOGICHE: nessuna conosciuta a tutt’oggi.
DATI TOSSICOLOGICI: La dose letale per bocca nel ratto è superiore a 2 g per kg di peso.

BIBLIOGRAFIA.

  1. Bruneton J. Pharmacognosie phytochimie des plantes medicinales. Ed. Lavoisier, Paris, 1993.
  2. Turi M. et al. Influence of aqueos extracts of medicinal plants on surface hydrophobicity of Escherichia coli strains of different origin. APMIS 105, 956-962, 1997.
  3. Matsuda H. et al. Pharmacological studies on leaf of Arctostaphylos uva ursi (L.) Spreng. Combined effects of arbutin and indomethacin on immuno-inflammation. Yakugaku Zasshi 111, 253-258, 1991.
  4. Jahodar L. et al. Investigation of iridoid substances in Arctostaphylos uva-ursi. Pharmazie 33, 536-537, 1978.
  5. Matsuda H. et al. Pharmacological studies on leaf of Arctostaphylos uva ursi (L.) Spreng. Effect of water extract from Arctostaphylos uva ursi (L.) Spreng (bearberry leaf) on the antiallergic and antiinflammatory activity of dexamethasone ointment. Yakugaku Zasshi 112, 673-677, 1992.

 

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it