fitoterapia.it
 
articoli e notizie
Articoli e notizie »
Diabete: caffè di nuovo sotto accusa. Potrebbe aumentare la glicemia

Quattro caffè al giorno e la glicemia può salire dell'8%, mettendo in serio pericolo la salute di chi soffre di diabete di tipo 2. E' il nuovo, sconfortante allarme che riguarda la bevanda più amata dagli italiani. Questa volta si tratta di un piccolo studio pubblicato su Diabetes Care e portato avanti da ricercatori della Duke University Medical School di Durham (USA) su 10 malati, che sono stati invitati ad assumere in un arco di 72 ore, a giorni alterni, alcune pillole che contenevano l'equivalente in caffeina di quattro tazzine, oppure un placebo.

Per tenere sotto controllo i pazienti, gli studiosi hanno inserito nel loro braccio alcuni chip sottocutanei in grado di monitorare il livello di glucosio nel sangue. Dalle analisi è emerso che assumere caffeina può aumentare la glicemia, soprattutto dopo i pasti: +9% dopo la colazione, +15% dopo pranzo e +26% dopo cena. Sembra che questa sostanza agisca interferendo con il processo che 'sposta' il glucosio dal sangue ai muscoli e ad altre cellule dell'organismo. Inoltre, potrebbe innescare il rilascio di adrenalina aumentando così la quantità di zuccheri nel sangue. «Ora l'indagine andrà effettuata su un numero maggiore di diabetici - puntualizza James Lane, autore dello studio - e occorre comunque sottolineare che nelle persone sane il caffè non ha effetti collaterali come questo, e anche fra i diabetici potrebbero esserci persone più o meno 'sensibili' agli effetti negativi legati al consumo massiccio di questa bevanda».

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un’elevata velocitÓ di assorbimento, l’indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.

Per l'acquisto dei cosmetici Pharmaelite:
www.pharmaelite.it