fitoterapia.it
 
articoli e notizie
cerca in base all'uso:
  
Piante officinali » Piante secondarie » CALENDOLA

CALENDOLA (Calendula Officinalis).

FAMIGLIA: Asteraceae.
HABITAT: Europa, Asia occidentale, Africa settentrionale. Coltivata anche nei giardini.
PARTE USATA: i fiori.
COMPOSIZIONE CHIMICA: flavonoidi e composti triterpenici sono particolarmente abbondanti. Contiene inoltre molti saponosidi e mucillagini.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE: estratto fluido, tintura madre, estratto secco nebulizzato. La forma farmaceutica migliore è l'estratto secco, la cui dose giornaliera va da 0,8 a 1,2 mg. per kg di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni preferibilmente lontano dai pasti. La dose delle forme liquide va da 1 a 1,5 gocce per kg di peso corporeo al giorno, suddivise in due somministrazioni preferibilmente lontano dai pasti.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione anti-infiammatoria: è assai utile nel trattamento di piaghe, ustioni e ferite, e questa azione è dovuta soprattutto ai saponosidi. L'azione anti-infiammatoria è stata osservata nel ratto sul gonfiore e sul dolore causato dalla carragenina nella zampa di questo animale o da olio di croton nel suo orecchio, con efficacia paragonabile a quella dell'indometacina, un noto anti-infiammatorio di sintesi. Valida anche come antidolorifico nelle malattie della bocca.
Azione cicatrizzante cutanea: l'estratto di calendula è in grado di favorire la cicatrizzazione delle ferite, in parte per stimolo sull'attività dei fibroblasti, le cellule che formano il tessuto di riparazione, e in parte per aumento della formazione di acido ialuronico, che è un componente essenziale della pelle cui dona idratazione ed elasticità.
Assai utile nel trattamento delle dermatiti in genere, dell'acne, delle escoriazioni e delle contusioni, delle scottature da sole e degli eritemi in genere.
EFFETTI COLLATERALI E CONTROINDICAZIONI: può provocare emolisi, cioè rottura della membrana dei globuli rossi, il che aumenta la permeabilità della membrana e la perdita di emoglobina. Ciò accade raramente e solo per dosaggi elevati della pianta. Per tale motivo viene usata soprattutto per via topica. Non ci sono dati sul suo impiego in gravidanza, durante l’allattamento e in età pediatrica.

 
benessere
conoscere la fitoterapia
alimenti per il benessere
fitocosmesi, la bellezza dalla natura
alimenti per il benessere
articoli scientifici
contatta uno specialista
corsi di fitoterapia
piante officinali




I prodotti di Pharmaelite sono vere e proprie creazioni in costante evoluzione, sottoposte a prove e verifiche scientifiche continue. Lo studio di eccipienti e principi attivi, completamente naturali, si deve combinare a un'elevata velocitÓ di assorbimento, l'indice di penetrabilitÓ, e alla assoluta raffinatezza della base cosmetica.

Per arrivare a questo obiettivo Gian Maria Amatori, creatore dei cosmetici, ha collaborato con esperti in cosmetologia, microbiologia, erboristeria e chirurgia estetica, e sottoposto i propri dossier a personalitÓ super partes, tra cui il noto Lothar Erich Gluderer, e Antonello Sannia (presidente della SocietÓ Italiana di Medicina Naturale).

I cosmetici Pharmaelite sono prodotti in Alta Badia.